venerdì 31 dicembre 2010

UNO VA........UNO VIENE!

.....di anni, intendo.
Così, in quest'ultimo giorno del 2010, diamo uno sguardo compiaciuto all'anno che sta per finire...

......ed uno speranzoso a quello che sta per arrivare!


Buon 2011 a tutti!!!!!

lunedì 27 dicembre 2010

C'E' CHI............................

C'é chi sostiene sul proprio sito che il personaggio qui sotto ritratto sia il nostro ineffabile amico dall'accento romanesco. Si....proprio lui, quello che predica che " à bira nun se compra, se pijia in prestito!" Il BSA potrebbe essere il suo, le modalità della "piega" anche ma un accenno di baffi che si intravede sopra la mano destra mi fa dubitare dell'attiribuzione di identità. Scatta quindi il grande quesito: e' lui o non é lui???


domenica 26 dicembre 2010

Un paio di consigli per finire l'anno in bellezza

1) Motociclismo di dicembre
2) un orologio fashion
3) una macchina fotografica all weather

Se verrete al Motobirrino martedì avrete la soluzione all'enigma (nel caso non l'abbiate risolto prima)


????????? Zack....ma che stai a di' ?!?!?

venerdì 24 dicembre 2010

Pensiero della sera

In tempi come questi la fuga 
è l'unico mezzo per mantenersi vivi 
e continuare a sognare
Henry Laborit

AUGURI

Così, solo in maniera molto semplice e senza fronzoli, tanti cari auguri di un sereno Natale a tutti Voi.
Max

giovedì 23 dicembre 2010

TDAY 2011


mercoledì 22 dicembre 2010

QUANDO I MITI SI INCONTRANO

In un precedente post, ho già parlato di questo fantastico marchio in occasione della messa all'asta di una SS 100 Alpine Grand Sport del 1925 con una base d'offerta oscillante tra i 600.000 $ e i 700.000 $ .

Vere motociclette "mostro" per l'epoca, cubavano intorno ai 1000cc. e raggiungevano sulle strade sterrate di allora i 160 Km./h. Erano, sono e saranno sempre un benchmark fondamentale in quanto a lusso, eleganza ( era chiamata la Rolls Royce delle motociclette), raffinatezza tecnica ed affidabilità nel mondo delle due ruote. Insomma...un vero mito (anche nel costo)!

Per chi invece volesse (o sapesse) accontentarsi di una replica potrebbe rivolgersi qui

Brough Superior Motor Cycles Ltd.

Il marchio Brough Superior é stato infatti acquistato nel 2008 da tal Mark Upham che ha iniziato a produrre in Austria un certo numero di modelli in un numero limitato, al modico (?) prezzo di circa 150.000$ l'uno.

Il secondo mito di cui voglio parlare, é lui: T.E. Lawrence, come si sa, appassionato sino al fanatismo dello storico marchio inglese al punto di morire su una delle sue moto in un incidente stradale nel 1935. L'ultimo modello acquistato gli fu consegnato post mortem.


T.E. Lawrence e Mr. Brough



Me ne sono "innamorato" quando, da ragazzino, mi é capitata tra le mani una copia del suo " I Sette Pilastri della Saggezza" (Seven Pillars of Wisdom): a tutti gli effetti il racconto degli eventi che lo hanno visto protagonista come "Lawrence d'Arabia" delle attività "sotto copertura" ( come si direbbe oggi!) per l'Intelligence inglese nel quadrante mediorientale a cavallo della I° Guerra Mondiale.


Da allora ho sempre avuto Lawrence al mio fianco, soprattutto da quando ( nel '95) decisi di fare un pellegrinaggio sulle sue orme da Aquaba sino al fantastico deserto di Wadi Rum.

Qui sotto in una "rara" foro d'epoca (?)

All'epoca, quando bazzicavo da quelle parti, c'era ancora il tracciato della ferrovia costruita dall'esercito turco per collegare Damasco con La Mecca e che il nostro buon Lawrence si affannava a far saltare con le sue truppe irregolari beduk.

Probabilmente é una legge naturale: i miti sono fatti per incontrarsi e anche se non mi posso certo permettere una Brough Superior (nemmeno la replica), posso almeno sognare di essere anch'io un po' Lawrence quando, da solo, corro a tutto gas con la mia Bonnie su sperdute stradine di campagna.
D'altro canto si sa, sognare non costa nulla così come sperare. Sperare quantomeno, di non trovare a mia volta un trattore in procinto di tagliarmi la strada come già successe , il 13 maggio 1935.

lunedì 20 dicembre 2010

Scappo lontano

Ragazzi,

purtroppo con il regalone del Rip nel cuore, scappo in montagna e non sarò con voi domani sera.
Un carissimo augurio a tutti. Sentiamoci telefonicamente domani sera e per chi è a Bologna vediamoci al Mamolo per gli auguri invece di Capodanno.

http://www.cb750cafe.com/bikes.php?cat=21




domenica 19 dicembre 2010

Auguri 2010

Meeting natalizio martedi' sera?
Tutti presenti?

venerdì 17 dicembre 2010

M.F.B. - "CARTOLINE DALL' INFERNO"

Un grande antropologo una volta, ha scritto che una delle caratteristiche più importanti che differenziano l’homo sapiens dai primati consiste nella sua capacità di “guardare avanti”, di immaginare il futuro, mentre i nostri meno evoluti “cugini” avrebbero solo la capacità di guardare all’indietro, al passato, all’esperienza vissuta. E’ però vero che il passato, i ricordi sono le fondamenta su cui sviluppare il futuro.

E’ con questo spirito che My Funny Bonnie, per questo finale di 2010, vuole regalare a tutti i suoi lettori le sue “Cartoline dall’Inferno”: le migliori fotografie che hanno animato le sue pagine nel corso di quasi un anno e mezzo di vita, rievocando ricordi, i viaggi, i semplici “giretti fuori porta”…………. le espressioni degli amici colte al volo durante questi mesi di passione comune.

E’ un modo come un altro per augurare a tutti un nuovo e felice nuovo anno a venire, profumato dai vapori della benzina e dal sentore di cuoio dei nostri giubbotti.


N.B. L'embed code dello slideshow é stato rimosso per alleggerire il caricamento del blog. Se ne può comunque prendere visione utilizzando il seguente link
e poi cliccando sul pulsante in alto a destra "show slideshow"


http://mfb.rip57.imageloop.com/

CAFE' RACER- REMINDER

Ricordo a tutti gli amici che nella sezione "Media" dei links é possibile visionare quanto viene messo in rete della serie di documentari "Café Racer" in programmazione su Discovery HD Theatre solo negli U.S.A.


giovedì 16 dicembre 2010

The 2011 Tiger 800/800XC - On and Off Road at The World Press Launch, Barcelona

Filmato ufficiale Triumph su nuova Tiger Adventure 800 XC

mercoledì 15 dicembre 2010

NORTON COMMANDO 961- PER CHI NON E' ANDATO A CREMONA

Trovo su MOTO.IT ed agevolo


"La Norton ritorna in Italia"
di Luigi Rivola

La Norton ritorna in Italia Tutto è nato da una e-mail La storica marca inglese si ripresenta con una bellissima naked sportiva, la Commando 961 in tre versioni. Il rilancio sul nostro mercato comincia da Cremona.

"Motocicli Speciali" di Cremona è il primo dealer della grande Norton al suo rientro in Italia dopo anni e anni di assenza in seguito alle gravi traversie finanziarie che avevano costretto la fabbrica a chiudere i battenti e che successivamente avevano fatto fallire tutti i tentativi di riportarla in vita.
Dal 2008 il marchio Norton è di proprietà dell'inglese Stuart Garner, quarantenne uomo d'affari che ha maturato esperienze in diversi settori imprenditoriali e che, sinceramente appassionato di moto, ha deciso di compiere l'impresa che ad altri non è riuscita: rilanciare il più prestigioso fra i marchi motociclistici d'Inghilterra.




Rispettando la tabella di marcia che si era prefissato, Garner, dopo aver allestito uno stabilimento all'interno del circuito di Donington, ha messo in cantiere la Commando 961, apripista di una gamma destinata ad ampliarsi a breve.
La risposta dei primi mercati europei sondati dalla Norton è stata più che entusiastica, tanto da creare subito problemi al costruttore, oberato da un numero di richieste eccessivo rispetto alle sue capacità produttive.
Garner ha dunque dovuto riorganizzare parecchie cose, poi, preso atto dell'accoglienza ricevuta da questa sua prima proposta, ha allargato i suoi orizzonti e tra i vari mercati presi in considerazione c'è stato anche quello italiano, che in passato le Norton le aveva accolte sempre con grande favore.


Dall'inizio del 2011, salvo motivati ritardi, che potrebbero derivare dalle complesse pratiche di omologazione, sarà quindi possibile acquistare anche nel nostro Paese la nuova Norton Commando 961 nelle versioni "Sport", in vendita a 14.900 euro chiavi in mano, "Café Racer" (16.700 euro c.i.m.) e "Special Edition" (18.500 euro c.i.m.).
La "Motocicli Speciali" ha sede a Cremona in via Ghinaglia, 113, tel/fax 037237336, email: info@motociclispeciali.com, sito internet www.motociclispeciali.com.

questi eroi vintage...


lunedì 13 dicembre 2010

IL VALORE DEL MATERIALE CHE RECUPERIAMO

Grazie Vale per gli apprezzamenti. Per definizione sono sempre graditi.

Per quanto concerne le idee che hai indicato nel tuo post, queste mi hanno indotto a cercare telecamere nascoste nel mio studio, cimici nei telefoni, ho picchiato Alex accusandola di essere una "talpa" dei servizi segreti bulgari....... Cosa sei???? il "Wikileaks" de noantri?????.......devi sapere che il sottoscritto e il buon Zack stanno da un po' di tempo lavorando ad una sorpresina per voi tutti e che, come ogni sorpresa che si rispetti di questi giorni, verrà approntata in tempo utile per essere messa sotto l'albero di M.F.B.
Speriamo vi piaccia! La sorpresa sarà inoltre il ghiotto pretesto per distribuire il primo numero della newsletter che hai visionato nei giorni scorsi. .....Per il momento un po' di pazienza!!!!!


Invece, parlando di "valori aggiunti", pensa che la scansia "Offerings to the god of speed" immortalata nella foto acclusa nel già citato N° 0 della newsletter, e di cui ti sei innamorato, é quella del garage/laboratorio del mitico ed inarrivabile Burt Munro!

sabato 11 dicembre 2010

Il valore del materiale che recuperate

Ragazzi, nulla da dire siete bravi, molto bravi.
Non mi riferisco solo alle iniziative che negli ultimi giorni avete messo in campo con MFB, ma anche ai contenuti della rete che sistematicamente pubblicate sul ns blog.
... in particolare le foto, le immagini, la parte grafica.

Che dire di "Offerings to the God of Speed"?
Dopo aver osservato con attenzione i dettagli di quella scansia, vien voglia di farne un poster con quella foto.
.. e allora perchè non organizzare il calendario 2.011?
A chi importa se poi andrà in stampa a Marzo?
L'idea era di Cotton Fiock, pensata per le ns moto, rappresentate senza il proprietario.
A questa idea mi piacerebbe appunto associare quella delle immagini più belle di MFB: "La locandina del Mamolo End Of Year", "Offerings to the God of Speed", "Un bar di una Londra nebbiosa, frequentato da Ton up"... a molto altro avete /abbiamo pubblicato su MFB

venerdì 10 dicembre 2010

METTIAMO MANO AL PORTAFOGLI!!!! :-)

Dal



di oggi...................

Rare Brough Superior Motorcycle for Sale at Phillips de Pury
By PHIL PATTON



Mike FitzSimmons is selling his 1925 prototype Brough Superior SS100 Alpine Grand Sport through Phillips de Pury.

"The black motorcycle sits in a show window on Park Avenue in Manhattan, sharing shopping attention with an auction of jewelry at Phillips de Pury.
The 1925 prototype Brough Superior SS100 Alpine Grand Sport has a presale estimate of $600,000 to $700,000 and, at those prices, would set a record for a motorcycle sold at auction when it goes on the block on Dec. 15. The record for a motorcycle sale at auction, according to Phillips, is $551,000, for a 1915 Cyclone board track racer sold at the MidAmerica auction in Monterey, Calif., in 2008.
What is unusual is not just the high presale estimate of the Brough, but also that it is not being offered as part of a motorcycle or automobile auction. It is one lot in an auction called Design Masters.
The items from the auction are on view from Thursday until Tuesday, from 10 a.m. to 6 p.m. And visitors get a chance to glimpse the Orgone Stretch Lounge of Marc Newson, whose presale estimate is $350,000 to $450,000, and a huge limited edition resin table by the architect Zaha Hadid, estimated at $90,000 to $100,000. There are also works by Carlo Bugatti, Eileen Gray, Le Corbusier and Philippe Starck.
Alexander Payne, the worldwide director of design for Phillips de Pury, said in a news release, “Our relentless ambition for speed and progress is embodied in this motorcycle, a design icon of the modern age. Eighty-five years later, it’s still one of the fastest, most stylish machines on the road.”
On Tuesday, the Brough’s owner, Michael FitzSimons, an engineer, was giving the bike a last detailing before it went on view.
Mr. FitzSimons worked for two years setting up the motorcycle department at Sotheby’s and four years doing the same at Bonham’s.
“Why am I selling it?” he said. “Look at me. I’m 74 years old. It’s not true that the one who dies with the most toys wins.
“It was always my feeling that certain examples of engineering rose to a higher level to become icons,” he said. “This is the apogee of its type. It is a good time for me to put it in an art auction.”
Mr. FitzSimons uses the term industrial art. He said that he believed the sale of a motorcycle among standout furniture and other products of design can be a landmark, increasing appreciation of motorcycles, much as did the 1998 Guggenheim Museum exhibition “The Art of the Motorcycle,” which included a Brough Superior SS100.
George Brough (rhymes with gruff) was the son of a motorcycle manufacturer who set up his own factory in Nottingham, England, in 1919, naming it Superior in a gesture of filial impiety. Of the about 3,000 motorcycles he built before 1940, when World War II ended production, roughly 1,000 survive.
A showman and sportsman, Mr. Brough rode this bike in a 1925 Austrian Alpine Trial race. Phillips said, “Brough’s Alpine Grand Sport was built with large Rexine panniers for overnight gear, two tool bags below them and tuned for competition at altitude. It features a Bonnkksen time and trip speedometer, and is longer and lower than the standard SS 100.”
Many have called the Brough the Rolls-Royce of motorcycles. But Mr. FitzSimons argues they are more like the blower Bentleys of the time — rugged racing machines, operated by young aristocrats, proud of their engineering and undisguised by styling. The bulletlike fuel tank, famous as the “bulbous nose” and the precisely layered cooling vanes give a Brough Superior a characteristic face like the rugged Bentley.
T.E. Lawrence, better known as Lawrence of Arabia, owned seven Brough Superiors and died in the crash of one, in 1935, with an eighth, an Alpine similar to the one owned by Mr. FitzSimons, still on order.
Phillips de Pury opened the gallery where the bike was shown, at 450 Park Avenue, in November, and it appears to mean increased competition with Christie’s and Sotheby’s. Over at Christie’s, a rival show, also on Dec. 15, includes a Bugatti. It is not a car or bike, but 1902 Carlo Bugatti cabinet of oak, glass, copper and parchment."

giovedì 9 dicembre 2010

Promo: Kawasaki W800, l'anti-Bonneville

Quando si dice " cloni"!!!!!!!

Ecco un tipico esempio di scopiazzatura JAP: stesse linee,stesso mood, stessa location ma non é la stessa cosa!!!!



martedì 7 dicembre 2010

Dopo la moto per Zack, quella per Max

Prima le immagini , poi le parole




Se la potenza non basta mai, ecco la Springfield Choppers che per 98 mila euro propone addirittura il colossale 12 cilindri a V da 425 cavalli dell'Aston Martin DB9. Una potenza del genere su una moto non si era mai vista: chi avrà mai il coraggio di spalancare il gas della Springfield Choppers? Ovviamente la risposta è facile: il nostro amato centese.

lunedì 6 dicembre 2010

Sempre MOOOLTOO OFF TOPIC...

Sapete com'è...la Bonnie è triste in garage...

video

venerdì 3 dicembre 2010

SAVE THE DATE!

Dalla collaborazione tra il grande Gianni (Cineteca di Bologna) e Mamolo Café, nel quadro dell'ormai mitico.....


......nasce questo ghiotto doppio appuntamento col film/documentario turistico-sportivo d'epoca dedicato a tutti i cinéphiles a due ruote. Insomma...........due vere "chicche" degne di menzione nella monumentale "Soria del Cinema" del Morandini

"IN MOTOCICLETTA SULLE DOLOMITI" - Martedi 7/12 h. 22.00

Un gruppo di motociclisti (immortalati dal fotografo e regista Lothar Rübelt) di Vienna nel 1926 decide di realizzare un film sulle Dolomiti. Dopo un primo sopralluogo la spedizione è attentamente preparata, ma contrattempi, incidenti, ostacoli burocratici e liti nel cast ritardano l'inizio delle riprese. Con mezzi tecnici ridotti, in appena due settimane, la troupe realizza il film di un viaggio sulle Dolomiti. In motocicletta essi scalano le Tofane raggiungendo il Rifugio Cantore a 2588 m sul livello del mare. Riprese di montagna e passione per i motori si fondono in questo documentario sportivo che per qualità e tematiche rappresenta un unicum nella cinematografia sportiva dell'epoca. Le star del film sono le moto, presenti in quasi tutte le inquadrature, e i paesaggi alpini.

"DER KILOMETERFRESSER" - Martedi 14/12 h.22.00

Un motociclista in sella a una Norton, 6.000 chilometri, cinque Paesi europei: questi i protagonisti di “Der Kilometerfresser”, film moto-turistico del 1924 sulle imprese dello sportivo Ernst Ganauser che, in seguito a una scommessa con alcuni amici in un club di Vienna, attraversa cinque Paesi del vecchio Impero Austro-ungarico senza mai – o quasi – abbandonare la sella. Da Milano a Bolzano, da Salisburgo a Vienna, passando dalle cime più alte delle Alpi, questa è la storia di un viaggio nell’Europa del 1924, un viaggio fra istantanee di paesaggi “da cartolina”, folklore e tradizioni popolari.


Qui sotto un "trailer" dell'epoca











Come al solito, a fare da contorno alle proiezioni ci saranno birre, chiacchiere e tanti amici.

giovedì 2 dicembre 2010

ARGHH!!!!!!!!

Spinto dalla curiosità tipica della mia natura, sono andato a vedere questo sito che il buon Zack ha usato per linkare delle foto....sono semplicemente scosso dalla fortuna che hanno i bikers di quella lontana terra californiana....take a look here !

P.S.: chiediamo asilo politico-motociclistico a Swarzy?

mercoledì 1 dicembre 2010

Presentazione Norton 961 a Cremona

Domenica 12 dicembre
ore 16.00
Palazzo della Prefettura
Corso Vittorio Emanuele, 11
Cremona

Per la serie "ce l'ho, ce l'ho, manca", ecco l'oggetto che manca al nostro garagino:
foto

Clicca ->qui<- per l'evento su Facebook

Azzardo la proposta di una gita con pranzo a Cremona.
Se ne parla a ridosso della suddetta data.

Aggiornato (corretto) la data... parleremo di questo martedì 7/12 sera (oggi per me che sto scrivendo)

LA PROSSIMA MOTO DI ZACK!!!!!

Insomma......al 4° birrino, ieri sera, il buon Zack si é reso finalmente conto che, se vuole ancora rimettere il culo in sella , dovrà d'ora innanzi, rivedere in toto il suo approccio alle moto e pensare anche a Shila ed Ariel.
D'altrocanto.....gli anni passano.......i figli arrivano........le madri incanutiscono!
E quindi eccomi qui ad offrirgli una scappatoia, una soluzione a tutti i suoi problemi.


Buy URAL!
the original red army motorcycle

......e vedrai che ridere!!!!!!

More info @ http://www.imz-ural.com/